loader image

Andar per malghe e rifugi

Scarponi comodi, aria fresca, montagne mozzafiato, forza d’animo e come ricompensa una genuina merenda altoatesina a base di salumi e formaggi locali: questi sono gli ingredienti di un’escursione perfetta. Siamo andati alla ricerca dei più suggestivi itinerari verso malghe e rifugi dell’Alto Adige per voi.

difficile ❘ medio ❘ facile

Al rifugio Mittager

Il tour panoramico parte dalla stazione a monte della funivia Merano 2000, successivamente si prende la seggiovia Mittager che porta senza sforzi a 2300 m di quota. Da qui, si sale a piedi fino alle cime Windspitz (2390 m) e Mittager (2422 m). La vista a 360° che spazia fino al Lago di Caldaro ripaga ogni fatica. Quindi, si scende fino al Rifugio Mittager, dove verrete accolti da un numeroso gregge di pecore.

Stazione a monte Merano 2000

ca. 2,5-3 h

ca. 13 km

300 hm

Giugno-Ottobre

Malga di Slingia

La partenza di questa facile escursione è proprio al confine con la Svizzera, precisamente alla fine del paese di Slingia, a 1726 m di quota. Camminando lungo il sentiero panoramico che conduce direttamente alla Malga di Slingia, potrete ammirare gli imponenti tremila del Gruppo del Sesvenna. Un consiglio: degustate gli ottimi formaggi di produzione propria comodamente seduti sulla terrazza esterna!

Slingia

ca. 1 h

ca. 3,5 km

150 hm

Giugno-ottobre

Giro delle malghe di Sesto

Già alla partenza, a quota 2072, si può apprezzare un’incredibile vista sulle maestose Dolomiti. Questa facile escursione parte dalla stazione a monte della funivia Stiergarten e, su comodo sentiero, passa per la Malga Klammbach, portando poi alla Malga Alpe Nemes e ritorno. Camminando tra alpeggi in fiore, potrete respirare pura aria di montagna e osservare simpatici animali selvatici.

Stazione a monte Stiergarten

ca. 4 h

14,5 km

181 hm

Aprile-ottobre

Rifugio Oberholz

A pochi minuti da Bolzano, immerso tra le bellezze naturali delle Dolomiti, Patrimonio Mondiale UNESCO, si trova Obereggen. Il tour parte dalla stazione a monte Oberholz: da qui, ci si dirige verso Passo Feudo, poi, passando per il Passo di Pampeago e per la Malga Mayrl, si ritorna al Rifugio Oberholz. Entrambe le baite meritano una sosta per assaporarne le specialità culinarie. Sempre là: il selvaggio Gruppo del Latemar.

Stazione a monte Oberholz

ca. 3 h

7,5 km

510 hm

Giugno-ottobre

Tour dei rifugi dell’Alpe di Siusi

L’itinerario, suddiviso in tre tappe, porta alla scoperta di scorci suggestivi dell’Alpe di Siusi. Il primo giorno si parte da Compaccio e si raggiunge il Rifugio Bolzano (2457 m). Da fare: ammirare il tramonto dal Monte Pez. La tappa seguente passa per il Rifugio Alpe di Tires e si conclude al Rifugio Sasso Piatto. Da qui, poi, si ritornerà al punto di partenza. Sullo sfondo, sempre le favolose Dolomiti.

Compaccio

ca. 11 h

32,4 km

1.794 hm

Giugno-ottobre

Ai rifugi Fanes e Lavarella

Questa splendida escursione panoramica nel Parco naturale Fanes-Sennes-Braies ha inizio a Pederü e conduce in cima al Passo di Limo. Lungo il percorso si passa per i rifugi Fanes e Lavarella, quest’ultimo particolarmente apprezzato dagli amanti della birra. Perché? Ospita il mini birrificio più alto d’Europa! Ulteriori attrazioni di questo tour sono i tre specchi d’acqua cristallina: il Lago Piciodel, il Lago Verde e quello di Limo.

Rifugio Pederü

ca. 3 h

ca. 7,3 km

712 hm

Maggio-ottobre

Giro delle malghe

Con partenza da Funes, questo giro ad anello conduce attraverso il Parco naturale Puez-Odle, passando proprio al cospetto delle famose cime aguzze. Lungo il sentiero si trovano ben sei malghe e rifugi: la Malga Kaserill, il Rifugio CAI Genova, le malghe Gampen, Glatsch e di Casnago e il Rifugio delle Odle. Per aver modo di assaporare i piatti tipici di ciascuna baita consigliamo di percorrere l’itinerario in due tappe. Sapori autentici e panorami mozzafiato sono garantiti!

Parcheggio di Zannes

ca. 5.30 h

ca. 15,7 km

905 hm

Giugno-settembre